Spiagge e itinerari

SAMSUNG

Alla ricerca delle spiagge più belle del nord Sardegna

Ecco alcune delle spiagge raggiungibili facilmente dall’Agriturismo, ce n’è per tutti i gusti!

Per chi desidera la spiaggia grande con sabbia e attrezzature, bar sulla spiaggia, parcheggio comodo (a volte a pagamento) e mare basso, affittare tavole da surf e praticare sport acquatici, consigliamo:

Porto Liscia e Isola dei Gabbiani 
Le spiagge di Santa Reparata, le spiagge dei Due Mari e la Marmorata verso Santa Teresa di Gallura
Rena Majore 

Per chi ha bambini e desidera avere spiagge attrezzate, un paese vicino, mangiare un gelato e passeggiare per negozi, consigliamo:

Le spiagge di Palau 
Cannigione 
Rena Majore 
Baia Sardinia 

Per chi ama la sabbia e la roccia, fare snorkeling e passeggiare e fare trekking nella natura:

Monti Russo
Rena di Matteu
Baia di Vignola Mare
Valle della Luna – Capo Testa 
Valle Erica 
Le spiagge di La Maddalena e Caprera – Palau a 20 km – traghetti ogni 15 minuti per la Maddalena

E infine le irrinunciabili, il mare e le spiagge più famose:

Cala Coticcio – Caprera
Le spiagge de la Costa Smeralda: Capriccioli, Spiaggia del Principe e Romazzino (Porto Cervo) 

Seconda parte: ESCURSIONI, VISITE E SITI ARCHEOLOGICI

 

Escursioni e trekking:

 

  • Capo Testa: la strada asfaltata termina al faro di Capo Testa dal quale è possibile proseguire a piedi in uno dei sentieri segnalati che scendono al mare, come quello che conduce alla spiaggia di Cala Spinosa, oppure che si inoltrano all’interno della spettacolare macchia mediterranea, in primavera eccezionalmente colorata e profumata che contribuisce a donare a tutta l’area un aspetto di vero eden selvaggio ed incontaminato.
  • Monti Russo passeggiata nel sentiero naturalistico che collega alle spiagge di Rena di Matteu e Rena Maiore, lungo la scogliera si possono osservare la Corsica e le Bocche di Bonifacio.
  • Strada Arzachena – Luogosanto, lungo tutta la strada percorribile in macchina e in bicicletta si possono visitare: il complesso de la Prisgiona, la Tomba dei Giganti, il castello di Balaiana (a piedi) e il Castello di Baldu, salire fino all’eremo di San Trano dove si gode una vista particolare sulla campagna gallurese, infine visitare il paese di Luogosanto.
  • Il fiume Liscia, passeggiata a piedi o in bicicletta lungo il fiume, ricco di flora e fauna per chi ama la tranquillità e un insolito scorcio nelle campagne.
  • Arcipelago di La Maddalena da visitare in macchina o in bicicletta ma soprattutto in barca o motoscafo per scoprire tutto l’arcipelago. Meta d’obbligo per la sua straordinaria bellezza.
  • Cala Coticcio si raggiunge a piedi o in barca è la spiaggia più famosa de l’Arcipelago di la Maddalena, chiamata anche piccola Tahiti, per il mare cristallino e la sabbia bianchissima.

 

Paesi e cittadine:

 

  • Luogosanto, caratteristico sito ben curato, è un piccolo borgo gallurese dove fermarsi per un aperitivo, vistare il Museo Diocesano all’interno del convento francescano e la Capanna delle riunioni del complesso nuragico di Monti Juanni a otto chilometri dal paese.
  • Tempio Pausania, vero cuore della Gallura.
  • Palau con il mercato serale, le iniziative culturali durante l’estate e la roccia dell’orso da visitare.

Panorami:

  • San Pasquale: vista sulle Bocche di Bonifacio, la grande spiaggia di Porto Liscia e l’insenatura di Porto Pozzo.
  • San Pantaleo: merita una visita sia per le caratteristiche vie del paese, sia per percorrere la strada che del paese porta al mare, le sue rocce e i paesaggi particolari che terminano nel mare cristallino della Costa Smeralda.

Siti di interesse storico e naturalistico:

  • Museo di Garibaldi – Arcipelago di La Maddalena
  • Musei etnografici di Luras e Calangianus.
  • Il parco Archeologico di Arzachena-Costa Smeralda comprende: Necropoli li Muri-Complesso Nuragico la Prisgiona-Tombe di giganti Coddu Vecchiu-li Lolghi e Moru- Nuraghe Albucciu,Tempietto Malchittu e La Roccia Monumentale il Fungo. Questo patrimonio archeologico è considerato fra i più interessanti della Sardegna, sia per la densità dei monumenti in relazione all’estensione del territorio della municipalità, sia per la loro varietà: circoli funerari e cultuali, ripari sotto roccia, tafoni funerari, dolmen, nuraghi, muraglie megalitiche difensive, villaggi fortificati e tempietti nuragici.
  • Gli olivastri millenari di Santu Baltolu di Carana sono inseriti in un incantevole contesto naturale, sulle sponde del Lago Liscia, dove il contrasto tra la montagna granitica e lo stesso lago dà luogo a un’unità paesaggistica di assoluto valore. Il più vecchio di questi olivastri, s’ozzastru, come viene confidenzialmente ma rispettosamente chiamato dai luresi, ha una circonferenza di circa 22 metri per un’altezza di 8 metri e, secondo alcuni studi, dovrebbe avere tra i 3.800 ed i 4.000 anni di età, il che ne fa uno degli alberi più vecchi d’Europa.
  • Chiese campestri: tutto il territorio di Luogosanto è costellato di piccole chiese campestri dall’architettura semplice e austera. Edificate in granito, fango e malta, hanno sempre pianta rettangolare e il tetto sostenuto da archi a tutto sesto. Oltre ad essere centri di antica devozione religiosa, oggi sono il punto d’incontro per le numerose feste campestri che da maggio a ottobre si svolgono nei dintorni del paese.

 

Agriturismo Terre di l'Alcu
SP 115 km 10 fra Arzachena e Bassacutena
info@terredilalcu.com
cell. +39 392 4977722

Dove ci troviamo..

Agriturismo Sardinia, B&B close to Palau, Arzachena, La Maddalena e la Costa Smeralda. A few kilometers from the best beaches.
Read here…